Ci credo, ci credo, fortissimamente ci credo!

 

Serie A
San Nicola l’Arena, Palermo

Sabato 22/06
12.50 – CANOA CLUB NAPOLI – C.N.POSILLIPO
16.20 – CANOA CLUB NAPOLI – CUS CATANIA
18.05 – CANOA CLUB NAPOLI – C.N.MARINA S.NICOLA

Domenica 23/06
10.15 – CANOA CLUB NAPOLI – POL.CANOTTIERI CATANIA
14.55 – CANOA CLUB NAPOLI – JOMAR CLUB

Serie A1
San Nicola l’Arena, Palermo

Sabato 22/06
11.05 – CANOA CLUB NAPOLI – CANOA POLO PALERMO
14.35 – CANOA CLUB NAPOLI – C.C.IRNO

Domenica 23/06
09.05 – CANOA CLUB NAPOLI – CANOA POLO ORTIGIA
13.10 – CANOA CLUB NAPOLI – LNI TARANTO

La massima categoria dopo Agropoli, Catania e Bacoli approda nuovamente in Sicilia per la 4° giornata del Campionato Italiano di Canoa Polo.
Torna in Sicilia anche l’altra squadra “Top” del CCNA, la A1, per giocarsi invece la terza giornata.
Ad accogliere le squadre è l’incantevole borgo marinaro di San Nicola l’Arena, un paesino turistico a una trentina di chilometri da Palermo.
CCNA di serie A ricomincia dal memorabile epilogo casalingo dei primi di giugno.
Anche se in realtà, non ha mai smesso… tanto che abbiamo ancora addosso l’acqua della partita con l’Idroscalo.
L’acqua, l’entusiasmo e qualche scoria in eredità.
Alla partita di esordio contro il Posillipo mancheranno per squalifica Michele Pugliese e Coach Carannante. Assenze pesanti. Soprattutto in acqua. Ma la squadra come in tante altre circostanze, saprà fare di necessità, virtù.
La verità? Questa cosa dell’Idroscalo è solo una scusa. Me la sono inventata, solo per tornare con la mente e ricordare la clamorosa, felice ed esaltante serata bacolese.
Il Coach e la squadra sono abituati da anni a voltare immediatamente pagina, sia perché se vuoi primeggiare non puoi cullarti sugli allori, sia perché se devi ripartire, non puoi stare troppo a leccarti le ferite. Ma mi andava di ricordare assieme a voi. Fa bene. È bello. Tutto qua.
Si entra in una fase caldissima del torneo. Anzi dei tornei. CCNA gareggerà come detto, in due distinte competizioni. Assieme alla A scenderà nelle stesse acque la A1.
Ciascuna squadra è consapevole che il tempo per recuperare è ridottissimo. Ma sono pure consapevoli, avversarie incluse, che se si vuole ambire restano poche occasioni per osare.
Insomma, sta per scoccare l’ora del tutto per tutto.
La tensione è palpabile. Gli allenamenti intensi. I tecnici della R.EvolutionGym hanno avuto il loro bel da fare per portare alla miglior forma possibile gli atleti proprio nel momento in cui questa sarà necessaria.
In acqua gli schemi sono stati provati e riprovati. E riprovati ancora. Non ci sono alternative alla fatica e al sudore. Nessuna scorciatoia.
La classifica di A rende tutto possibile. Qualsiasi scenario. Dall’ottavo posto fino al terzo è eccezionalmente liquida. Che è un bene soprattutto per qualche squadra i cui obiettivi sono tutto sommato modesti. Ma se l’ambizione va oltre il semplice partecipare, allora è in questo fine settimana che bisogna ipotecare il futuro. Ogni scalino conquistato, ogni posizione acquisita sarà un vantaggio per quanto accadrà dopo, nei play off.
Anche per i ragazzi della A1, alla terza giornata di campionato, la rispettiva classifica può allo stesso modo riservare sorprese.
Per l’impegno profuso negli allenamenti, vedremo che succederà in campo.

In bocca al lupo ragazzi!
Crederci, crederci, crederci sempre!
Forza CCNA!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com